CZstudio > Projects > Architettura > Parco Catene

Specifiche Progetto

Client name:
Comune di Venezia
Location:
Venezia | Italia
Surface Area:
100.000 mq
Started
2004
Completed:
2010
Value:
€ 2.000.000
Category:
Spazi Pubblici | Architettura
Architect:
CZstudio associati

Parco Catene

Il parco di Catene è previsto in un’area agricola di Marghera interclusa tra la tangenziale di Mestre, la viabilità urbana e le zone residenziali. Catene è un insediamento costituito per lo più da residenze a bassa densità sviluppato linearmente lungo via Trieste, la strada che collega la “città giardino” di Marghera con Chirignago (uno dei nuclei urbani disposti a corona attorno a Mestre). Anche qui sono evidenti le caratteristiche dello sviluppo postbellico delle zone dell’hinterland veneziano: scarsa qualità edilizia, assenza di centralità e servizi, forma urbana fortemente condizionata dalle grandi infrastrutture territoriali (ferrovia, autostrada, tangenziale), e una pressochè totale assenza di spazi aperti. L’area ha uno sviluppo longitudinale di circa 400 metri, e una lunghezza quasi costante di circa 200. Il terreno, in parte coltivato e in parte a riposo, è caratterizzato dalla particolare orografia che oltre ad evidenziare la parcellizzazione dei capi ne garantisce il funzionamento; ogni campo è contraddistinto da diverse baulature del terreno, da un sistema nord-sud di canali di scolo e da un sistema di capifossi per lo smaltimento delle acque. La scelta di preservare per quanto possibile il sistema idraulico e di verificarne la capacità di reazione rispetto all’inserimento di nuovi elementi, ha comportato un evidente risparmio di costi dei sottoservizi. Il fattore permeabilità del suolo è indispensabile per il mantenimento del regime idraulico dell’area e le quantità e la localizzazione di aree impermeabilizzate sono condizionate da questo presupposto.

Il parco oggi costituisce il principale punto di aggregazione della frazione di Catene. Luogo privilegiato di incontro per giovani ed anziani, svolge l’importante funzione di garantire l’invarianza e la sicurezza idraulica degli abitati circostanti. Le strutture sportive sono punto di riferimento per l’intera città e le aree umide conservate nella parte sud del parco sono un raro esempio di ecotono urbano non solo conservato, ma in grado di incrementare la componente ambientale locale all’interno del sistema idraulico a sud dell’abitato di Mestre-Marghera.